5libriin5righe

Un amore che dura da 200 anni, il poeta e la lucciola

La novità #1 L’ultima fuggitiva, di Tracy Chevalier (Neri Pozza)

“Un romanzo sull’America e su chi fa la cosa giusta”, così Tracy Chevalier ha definito L’ultima fuggitiva, la sua ultima opera dopo il successo de La ragazza con l’orecchino di perla. La storia di un amore e di una passione inespressa, quella di Grace Bright, partita dal Dorset per gli Stati Uniti, per lo sfrontato e attraente Donovan. Sullo sfondo l’America schiavista della metà del XIX secolo, abilmente descritta in tutte le sue contraddizioni.

 

La novità #2 Del metallo e della carne, di Giuseppe Patroni Griffi (Dalai editore)

La storia violenta, tragica ma commovente di due anime perse, quella di Volpe, intellettuale sgangherato e dello squallido e corrotto poliziotto Strada. Due solitudini che si muovono in un mondo affollato di personaggi che vivono nel chiasso delle loro esistenze, di persone che parlano senza comunicare, di uomini repressi e violenti, di bocche insaziabili. L’ultimo romanzo, il testamento poetico e amaro dello scrittore napoletano Giuseppe Patron Griffi.

 

La chicca Il poeta e la sua lucciola, di Angela Donna (Stampa Alternativa)

Per cinque anni, dal 1914 al 1919, la pianista russa Lydia Natus fu compagna del poeta Clemente Rebora, prima della sua conversione religiosa e dell’ordinazione sacerdotale. Questo delicato libro ripercorre la loro intensa e sofferta storia d’amore vissuta in una Milano, borghese e perbenista, d’inizio secolo, la maternità negata di Lydia e la fine della loro storia d’amore. Il ritratto di una donna moderna, colta, sensibile e sensuale, e per suo tramite la dimensione più intima e segreta di Rebora che le dedicò i versi delicati e luminosi delle dieci Poesie per una lucciola, in appendice al libro.

 

Dallo scaffale Orgoglio e pregiudizio, di Jane Austen (BUR)

“È verità universalmente riconosciuta che uno scapolo fornito di un buon patrimonio debba sentire il bisogno di ammogliarsi”, questo il famoso incipit del classico di Jane Austen che compie oggi 200 anni. Quella tra l’impertinente e brillante Elisabeth Bennet e il ricco e sprezzante Fitzwilliam Darcy è considerata una delle più belle storie d’amore della letteratura da cui hanno tratto diversi film (vi ricordate Colin Firth ne Il diario di Bridget Jones?) e parodie letterarie come Orgasmo e pregiudizio – Il sesso perduto di Jane Austen, di Arielle Eckstut e Orgoglio e pregiudizio zombie, di Seth Grahame-Smith. Da leggere, per decidere se amarlo o detestarlo.

 

Digital Only Il giardino di Gaia, di Massimo Carlotto (Feltrinelli Zoom)

Un racconto inedito del grande Massimo Carlotto scritto per il progetto Autorevole di Fonderia Mercury e adattato per diventare un radiodramma. La storia di Gaia Convento Bruni che, ossessionata dalla perfezione e dall’apparenza, cerca di salvare il suo matrimonio e imporre il suo modo di concepire la vita per salvare le persone che ama. E il sogno di un trullo e un ulivo pugliese in giardino racchiude violenza domestica, indifferenza, gelosia, pettegolezzi di una piccola borghese famiglia di provincia.

Pubblicato il lunedì 28 gennaio 2013 - 15:36
 
Lascia un commento | 28.01.2013

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>