Blade_runner__un_film

Blade runner, il film… e non solo

Devo rendere merito al lavoro di Riccardo Gramantieri che ha riportato in Italia una storia che appassionerà i cultori della fantascienza. Noi tutti conosciamo “Blade Runner”, il film culto di Ridley Scott del 1982. Molti di noi sanno che è tratto da un racconto di Philip K. Dick il cui titolo (“Ma gli androidi sognano pecore elettriche?”) era molto poco cinematografico. Molti però non sanno (ed io ero tra questi) che Ridley Scott e lo sceneggiatore Hampton Fancher decisero di usare come titolo un’idea di uno scrittore di culto della generazione beat, nientepopodimenoche  William S. Burroghs.

Nel 1979 lo scrittore aveva cercato di adattare per il cinema un romanzo di Alan Nourse dal titolo “Bladerunner” (uscito anche in Italia nella collana Urania con il titolo “Medicorriere”). Le tematiche affrontate nel romanzo erano molto care a Burroghs: il governo americano che controlla la Sanità pubblica, un gruppo di dissidenti che organizza una medicina alternativa basata su corrieri (i bladerunner o medicorrieri per la traduzione italiana del titolo) pronti a trasportare clandestinamente medicinali. Burroghs creò un’opera poetica che descriveva un mondo depravato e corrotto come solo il grande autore de “Il pasto nudo” avrebbe potuto fare.

Riccardo Gramantieri ha riportato in libreria questa storia, raccontandoci in un lunga ma interessante prefazione gli aneddoti tra questi grandi personaggi della cultura. Il lavoro di Burroghs è quindi riportato in una traduzione schietta e senza fronzoli che ci fa riassaporare in pieno lo stile dello scrittore.

  • “Blade Runner, un film – La sceneggiatura inedita di un grande scrittore di fantascienza” di William S. Burroghs, curato da Riccardo Gramantieri – Mimesis Edizioni 2012

(http://www.mimesisedizioni.it/Fantascienza-e-societa/Blade-runner-un-film.html)

 

Recensione a cura di Marco Donna (www.marcodonna.it)

Pubblicato il martedì 29 gennaio 2013 - 12:21
 
Commento (1) | 29.01.2013
Commenti
  1. Julius Tamòs scrive:

    Segnalazione davvero interessante, anche se la composizione della copertina, azzarderei per una scelta di marketing, gioca sull’equivoco: sembra che sia la sceneggiatura inedita del film “Blade Runner”.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>