5libriin5righe

Dalla cucina di Gabrielle all’uovo di Fabio Napoli

La novità#1 Dimmi che c’entra l’uovo, Fabio Napoli (Del Vecchio Editore)

Segnalato fra i finalisti al Premio Calvino, Fabio Napoli racconta, con una commedia ironica e agrodolce, il precariato. Tutto parte da Roberto, giovane laureato e lavoratore in nero, che in due giorni perde tre dei quattro lavori che gli assicuravano l’esistenza romana. Non gli resta che sperare in posto in un fastfood, peccato che non ricordi cosa rispondere alla domanda sull’uovo nel test attitudinale. Ma, grazie all’arrivo di Marianna, qualcosa nella sua vita cambierà.

La novità #2 Sangue, ossa e burro, Gabrielle Hamilton (Bompiani)

Famosa per le dodici versioni Bloody Mary e per il suo Prune, il rinomato ristorante newyorkese, Gabrielle Hamilton ha pubblicato una biografia apprezzata persino dalla temutissima critica del NY Times Michiko Kakutani. La storia di una lavapiatti dodicenne, costretta a lavorare per aiutare la famiglia, che ha scalato tutte le gerarchie delle cucine dei ristoranti fino a ritrovarsi executive chef di un locale tutto suo, il Prune appunto. Più che un libro di cibo è “un libro di memoria”, che diventerà anche un film con Gwyneth Paltrow.

La chicca Fiabe del tempo futuro, di Antonio Rubino a cura di Renato Giovannoli (Stampa Alternativa)

Tra il 1932 e il 1934, l’illustratore e autore per l’infanzia Antonio Rubino, scrisse una serie di fiabe pubblicate sul Corriere dei Piccoli che per anni hanno rappresentato uno dei primi esempi di racconti di fantascienza in Italia. Ironiche e divertenti, mature e puntuali nella previsione scientifica, le fiabe di Rubino anticiparono la fantascienza anglosassone degli anni Cinquanta e Sessanta. Un volume, questo edito da Stampa Alternativa, che include anche altri testi fantascientifici, le illustrazioni originali, oltre un saggio su Rubino scritto dal bravo curatore del volume, Renato Giovannoli.

Dallo scaffale Gli autonauti della cosmostradaJulio CortázarCarol Dunlop (Einaudi)

Nel 1982 Cortazar e sua moglie Carol, dopo aver chiesto alla Società autostrade il permesso di trascorrere sulla Parigi-Marsiglia ben più di quelle 24 ore consentite dalle legge, e non aver ottenuto risposta, decisero di partire, il 23 maggio a bordo di un pulmino Wolkswagen. Questo libro, dedicato a”tutti gli svitati del mondo”, pubblicato per la prima volta in Italia, è la cronaca, della trentatré giorni passata sulla Parigi-Marsiglia dei due autonauti. Poetico.

Digital Only Scatola neraJennifer Egan (minimum fax)

8.500 parole pubblicate in 140 caratteri ogni giorno per dieci giorni sull’account twitter de The New Yorker. Una spy story che vede protagonista uno dei personaggi de Il tempo è un bastardo, il romanzo che gli è valso il Premio Pulitzer. Stiamo parlando di Jennifer Egan e del suo Scatola nera, tradotto magistralmente da Matteo Columbo e pubblicato solo in digitale dai tipi di mimimum fax. Una garanzia

a cura di Nora Barnacle

Pubblicato il lunedì 26 novembre 2012 - 12:23
 
Lascia un commento | 26.11.2012

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>