5libriin5righe

Cinque libri in cinque righe

La chicca: Daniel contro l’uragano, di Shane Jones,  (Isbn Edizioni)

Inquietante affascinante, ammaliane, ironico e ben scritto: il nuovo libro di Shane Jones. Se avete amato la favola visionaria di Io sono Febbraio, non potete perdere la storia di Daniel, “triste e bello”, che  deve combattere contro la sua più grande paura, l’Uragano, per salvare la sua amata (ex) moglie (e farsi a sua volta salvare) e costruire un impianto idrico per la sua cittadina.

 

La novità #1: Non passare per il sangue, di Eduardo Savarese (Edizioni e/o)

Due guerre e due storie d’amore, entrambe così lontane nel tempo e così diverse. Quella di Agar, cretese che ha spostato sessant’anni fa un fascista e quella di Luca, che ha perso il suo Marcello, nipote della donna, durante la guerra in Afganisthan. Una storia forte, quella dell’esordiente magistrato napoletano, e che prende spunto da esperienze autobiografiche. Una storia che ha al centro le relazioni familiari, che possono essere vive e piene, anche senza legami di sangue.

 

La novità #2 Musica distante, di Emanuele Trevi (Ponte alle Grazie)

Ripubblicato, con un’edizione arricchita, dai i tipi di Ponte alle Grazie, quello di Emanuele Trevi è un libro sul potere benefico della letteratura. Sette capitoli dedicati ad altrettante virtù della carità cristiana - fede, speranza, carità, prudenza, giustizia, fortezza e temperanza – che riprendono forza e vigore quando sono illuminate dalla tradizione letteraria occidentale: da Apuleio e Dante, Virginia Woolf e Giacomo Leopardi, Rilke e Yeats.

 

Dallo scaffale: La casa di carta, di Carlos Marìa Domìnguez (Sellerio)

“Nel corso degli anni ho visto libri destinati a equilibrare un tavolo zoppo, ne ho visti trasformati in comodini, disposti a torre con una tovaglietta sopra; tanti dizionari sono serviti per stirare e appiattire foglie e fiori più spesso di quanto non siano stati consultati [..]” Che fine avranno fatto i preziosi libri del bibliofilo e filologo Carlos Bauer? Per scoprirlo basta seguire il fantastico viaggio di un professore alla ricerca del primo proprietario di una copia dalle pagine piene di polvere di cemento de La linea d’ombra di Conrad.

 

Digital Only: Makers. Il ritorno dei produttori [Versione Light] di Chris Anderson (Rizzoli)

Non conoscevo i makers finchè il mio compagno ha deciso di costruire la sua bici a scatto fisso in cucina. Per avere un’idea migliore dell’innovazione che i makers stanno portando avanti, basta leggere l’ultimo saggio di Chris Anderson, l’osservatore che prima di tutti ha definito i trend più avanzati della nostra era, dalla coda lunga di Internet alla gratuità della Rete. Per il libro intero c’è da aspettare fino a gennaio, ma questo primo capitolo, ci permette di vedere il favoloso mondo dei makers. E poi è gratuito.

Pubblicato il lunedì 12 novembre 2012 - 16:57
 
Lascia un commento | 12.11.2012

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>