iStock_000002305759Medium

È un mestiere difficile..

La prima cosa che faccio il martedì mattina è controllare la posta per vedere quale store è stato il più veloce ad inviare la newsletter sul DailyDeal. Abitudini strane, certo, ma utili per chi segue l’andamento del lavoro degli ebookstore. Anche perché, quello che emerge, dopo una rapida occhiata alle classifiche settimanali degli ebook più venduti è che generalmente troviamo tra i “magnifici dieci”, tutti quei titoli che, la settimana prima, sono stati protagonisti di offerte speciali e tagli prezzi.

La prova provata è che mentre scrivo (sono le 12.33 di martedì 29 maggio) al primo posto nella classifica di Amazon (che viene aggiornata ogni ora) e in quella di Ibs (che comprende i più venduti nelle ultime 24 ore) compare Assassin’s Creed, l’ebook protagonista del Daily di oggi. Su tutti gli altri store i vertici li occupano La grande festa - prima su Libreria Rizzoli, seconda su Bol e quarta su Bookrepublic - e Jane e l’arcano di di Penfolds Hall.

Su Apple tra i primi dieci compaiono ben tre titoli della collana Sperling Tips, Il giusto peso per sempre e Il bello della corsa (la prova costume si avvicina) e Twitter senza segreti, mentre su Play, il neonato store di Google, ai primi posti troviamo due ebook della collana digital di Feltrinelli Zoom.

Menzione a parte per la versione digitale dei romanzi di Donato Carrisi, da quello d’esordio fino all’ultimo thriller, tornati in classifica grazie a un taglio prezzi durato l’intero week scorso, e per i titoli dedicati al ventennale della strage di Capaci.

Insomma, l’ebook tira e gli editori si danno da fare, tra DailyDeal e tagli prezzi su novità o titoli in catalogo, oppure creando nuove collane digital only (ultime in ordine di tempo Ebook Original di Chiarelettere e Omnibus Garzanti).

La sfida per gli store sta proprio nella rapidità della comunicazione delle novità e delle offerte promozionali, ma soprattutto nella possibilità di trovare un posto dove comunicarle (lo spazio nella homepage è limitato) e nella capacità di fornire un plus ai propri lettori per affiancare alle proposte commerciali contenuti di qualità.

E torniamo sempre allo storico dilemma: mercato o qualità? Molti store lo hanno risolto aprendo dei blog in cui forniscono contenuti (anteprime, recensioni, giochi) e altri ancora hanno aperto Social Network dedicati alla lettura. Alcuni hanno puntato su newsletter originali, ricche di contenuti e spunti di lettura, altri invece lavorano sui Social Media.

Insomma, ci si da fare: quello del libraio, incluso quello del libraio digitale, è un mestiere difficile.

a cura di Francesca Colletti

Pubblicato il martedì 29 maggio 2012 - 16:24
 
Lascia un commento | 29.05.2012

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>