li

LibrInnovando: tutti a Roma per parlare del futuro dell’editoria digitale

Dopo il grande successo (più di 500 iscrizioni) dell’edizione milanese dello scorso novembre, LibrInnovando raddoppia e fa tappa a Roma. Il 27 e il 28 aprile, il convegno sul futuro dell’editoria digitale nato nel 2009 da un’idea di Nicola Cavalli, fondatore della libreria milanese Ledizioni, si sposta all’Università di Tor Vergata. “Grazie a Luisa Capelli e alla Facoltà di Lettere e Filosofia”, – chiarisce Marco Giacomello, organizzatore di LibrInnovando. Due giornate che vedranno la partecipazione dei maggiori esperti italiani di editoria digitale, di editori piccoli e grandi, di docenti, di lettori, di blogger e di bibliotecari.

“Quando in pochissimi parlavano di ebook e ereader, Nicola ha voluto creare fin da subito uno spazio di discussione gratuito (cosa rarissima) per tutti gli attori della filiera editoriale (editori, autori, lettori, traduttori, blogger, semplici appassionati)”, prosegue Giacomello, “è nato così LibrInnovando”.

Sei panel in cui si parlerà di biblioteche e prestito digitale, di politiche dei prezzi degli ebook, dell’uso del digitale nell’editoria scolastica e di self-publishing. E un workshop a pagamento pensato per i professionisti del mondo editoriale. Due le sessioni: la prima dedicata allo sviluppo di una strategia di editoria digitale e alla produzione di ebook in ePub; la seconda incentrata invece sui nuovi contratti editoriali digitali e sull’organizzazione di contest e concorsi a premio on-line (che terrà lo stesso Giacomello, insieme a Silvia Surano).

Intorno a LibrInnovando gira una grande community attiva prima, durante e dopo l’evento. Un comitato scientifico e organizzativo fatto di persone che lavorano nel panorama editoriale a tutti i livelli (e che prestano il loro tempo gratuitamente). Dirette in live streaming e live twitting sempre presenti (per permettere davvero a tutti di partecipare) e tweet wall dove proiettare in tempo reale domande, opinioni e dubbi.

Una comunicazione a 360gradi affidata al gruppo di book blogger autori del libro/ebook, “La lettura digitale e il web: lettori, autori ed editori di fronte all’ebook”, un lavoro collettivo che racconta l’avventura di questi blogger nel mondo del web e dell’editoria digitale. “Un’avventura nata nell’edizione 2011 con l’idea di dare spazio e voce a chi, come i blogger, è a diretto contatto con gli umori dei lettori e degli appassionati e di conseguenza può carpire segreti e malcontenti di chi legge digitale oggi – problemi che molte volte sfuggono a editori, autori e pubblicitari”.

Problemi, come quello dei costi di una manifestazione del genere, risolto brillantemente con uno dei primi esperimenti italiani di crowdfunding, una sorta di sottoscrizione popolare in virtù della quale ogni donatore riceve un “premio” (ebook, menzione, gli atti del convegno, raccolta di racconti in eBook, badge personalizzato) per aver contribuito a questo progetto collettivo e condiviso. Una scelta fatta, spiega Giacomello, “proprio per mantenere il carattere di apertura, inclusione e gratuità diLibrInnovando”.

E agli editori, soprattutto a quelli medio-grandi, tra i grandi assenti a questo convegno, una lettera aperta “dove chiediamo una piccola (davvero minima e libera) partecipazione”, conclude Giacomello. Un aiuto per parlare di cultura attraverso i libri e immaginare, tutti insieme, il futuro dell’editoria.

 

Per seguire in diretta twitter Librinnovando:

#librinnovando questo è l’hashtag ufficiale

e questi cinque profili da tenere d’occhio

@TropicodelLibro

@Le_dita

@ pubzine

@apogeonline

@OkBook

a cura di Francesca Colletti

Pubblicato il lunedì 23 aprile 2012 - 21:24
 
Commenti (2) | 23.04.2012

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>