labirinti

I Labirinti del Vacuo

La poesia non gode mai di grandi spazi entro il panorama letterario. Soprattutto quando si tratta di “poeti emergenti”, per definizione relegati nell’angolo più buio. Appena ho avuto per le mani questo libro, tuttavia, e già dopo una prima rapida lettura, mi sono reso conto di non essere propriamente innanzi a quello che si può definire “il frutto di un poeta emergente”, nonostante la giovane età dell’autore, ventisette anni.

Mi sembra piuttosto una visione matura, mai sterile, disincantata, ricca di immagini evocative, della realtà moderna, condita da una buona capacità introspettiva, che meglio si addirebbe ad un poeta navigato. E in effetti, l’autore Lorenzo La Monica Dorigo ha già alle spalle quattro libri pubblicati ed altre collaborazioni letterarie. Non ho avuto il piacere di leggere le altre opere dell’autore, ma questa mi ha certamente stupito in positivo. Reputo che un amante della poesia non debba sottrarsi alla lettura di un libro come questo che, per quanto duro e struggente, sa regalare delle emozioni. Una piacevole sorpresa nel panorama poetico contemporaneo.

recensione di Enrico Maria Crocetti

 

Pubblicato il martedì 6 marzo 2012 - 17:46
 
Lascia un commento | 6.03.2012

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>