Salwacop.aspx

Il libro dei segreti

Oggi leggiamo otto racconti brevi di Salwa Al-Neimi che hanno come protagonista la donna araba. Una donna del tutto diversa dall’idea che ce ne siamo fatti, che non accetta di vivere di luce riflessa, che fa le sue scelte, anche quelle più difficili, e si scontra caparbiamente con chi la vuole tenere nell’ombra. La scrittrice siriana dà voce a otto donne che affrontano con consapevole coraggio le sofferenze della condizione femminile: l’aborto, il tradimento subito, quello agito, il matrimonio che diventa una prigione insostenibile, il difficile rapporto con la madre.
La ribellione, anche se non sempre si manifesta apertamente, è la connotazione esistenziale di queste figure femminili che anelano a una propria identità, al riconoscimento della loro individualità, al rifiuto dell’inganno e della falsità.
Degli otto racconti, “ La pancia” è quello più duro. Apre la raccolta e come una spada affilatissima penetra nella carne, affrontando il tema dell’aborto. Al contrario, “ Il pisolino” parla con sapiente leggerezza di sesso. E’ il racconto più strutturato, che alterna con grande maestria la narrazione degli eventi personali – l’incontro, la proposta, il rifiuto e infine l’accettazione da parte della protagonista di un rapporto sessuale – e la cronaca di un simposio, in cui i relatori, tra sbadigli e sotterfugi, disquisiscono con tesi pompose e ridicole sull’inferiorità della donna araba, sulla sua incapacità di assumere un ruolo attivo e responsabile all’interno della famiglia e della società.

La protagonista de “ Il pisolino” sceglie liberamente, niente le viene imposto e con il suo comportamento contraddice – almeno una volta – le idee conservatrici e ipocrite di chi è legato a una visione tradizionale della realtà femminile araba.
Se ci riflettiamo, non soltanto araba.

Salwa Al. Neimi
Il libro dei segreti

recensione a cura di Patrizia Bartoli

Pubblicato il martedì 28 febbraio 2012 - 12:56
 
Lascia un commento | 28.02.2012

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>