Copertina DENTRATTUTTO di Paola Verdicchio

Dentrattutto

Raccolta di racconti o romanzi brevi che proseguono l’uno nell’altro e che abbracciano un viaggio, un esilio, un’ascesi. Nelle sezioni in cui l’opera si articola (non solo chi ci odia ci limita e opprime, surrogati, escatologia, more than twist in my sobriety) si snoda la vita di Genoveffa, la sua quotidiana lotta alla ricerca della terra, dell’aria, della carne sotto le camicie del cemento cittadino o dentro cenotafi di parole svuotate, svilite, senz’aria. Genoveffa, si muove come “un lemure selvaggio e silenzioso” tra le stanze di Villa Cua, diroccato palazzone di un quartiere popolare di Resina, e le affollate strade metropolitane. Le storie, le facce,le voci intime e silenziose, persino i pezzi di pietra formano un corredo intimo, familiare e poi corale: nonna Anna e il suo alito di melenzane fritte, le Mennella e la loro macchina da cucire, il secretaire di Villa Cua e le mille anime perse che la popolano, zia Maria e il circolo Mariemme, Filippo Falcone e la sua arteria malandata, Erminio Verbiggi e il culto dei fagioli, Amato Anna, il vico Moscardino, le pizze di ‘Ntunettella e tutte le sublimi marginalità delle vie di Napoli ( Mamaluk, Giovanna, l’inquilino dall’alloggio mobile…).  Mille esistenze confluiscono nella vita, nella storia, nel corpo stesso della protagonista.

Tuffarsi alla ricerca del fondo insondabile delle parole, alla ricerca del senso delle cose stesse (“di tutte le parole del mondo esiste un significato ed esiste il senso…: quello è degli scribacchini, questo dei poeti”), degli affetti e dei dolori, riemergere ogni volta senza averlo trovato e ogni volta rituffarsi, senza la forza di smettere. Dentrattutto è la storia di Genoveffa, bambina, ragazzina, donna come tante, non come tutte. Dentrattutto è il suo abisso e la sua ascesi.

a cura di Paola Verdicchio

Pubblicato il venerdì 17 febbraio 2012 - 15:50
 
Lascia un commento | 17.02.2012

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>