COVER_dall-italia-con-amore

Cinquant’anni di Bond… James Bond

Un inserviente si muoveva tra i tavoli da gioco del Club “Le Cercle” di Londra alla ricerca di un agente segreto britannico per porgergli un biglietto da visita, segnale di immediata chiamata alle armi. Il tavolo del Chemin de fer era impreziosito dallo splendida presenza di una donna bruna in un vestito rosso mozzafiato. Un uomo elegante davanti a lei mostrava un Jack ed un Otto di Quadri. Lei aveva una Donna ed un Due: aveva perso e la cosa si ripeteva ancora nella mano successiva. L’uomo elegante apriva un portasigarette mentre la donna era costretta a firmare un assegno per coprire le perdite. «Ammiro il suo coraggio miss… » la voce dell’uomo era profonda e piena di fascino.

«Trench,… Sylvia Trench. Ed io ammiro la sua fortuna mister…» la donna alzava lo sguardo inumidito dal desiderio della sfida. L’uomo si accendeva con fare beffardo la sigaretta, alzava anche lui leggermente gli occhi per osservare la sua interlocutrice e, con una pausa che farà la storia del cinema, rispondeva:  «Bond,… James Bond». Tutto questo accadeva cinquant’anni fa: il mondo individuava, nello sguardo di Sean Connery, attore sconosciuto all’epoca, un personaggio inventato quasi dieci anni prima dalla penna di Ian Fleming. Il pubblico rimase immediatamente affascinato da quelle ambientazioni glamour ed esotiche. La gente andava nei cinema e si immedesimava in 007, “ciò che ogni uomo vorrebbe essere e ciò che ogni donna vorrebbe avere tra le lenzuola”, come scrisse Raymond Mortimer sul Sunday Times nel 1963. Per la prima volta, le location in cui si svolgevano le scene dei film, diventavano veri e propri poli di attrazione turistica.

La saga di 007 diventerà, nel tempo, un modo di proporre posti da vedere e l’Italia è stata spesso visitata dall’agente segreto per antonomasia. “Dall’Italia con amore” (edizioni del Faro, 2012) è una pratica guida alle location di James Bond in Italia ed è stata appositamente pubblicata a Cinquant’anni dal primo film della saga ma anche a Centocinquantuno anni dall’Unità d’Italia. L’idea su cui si fonda è, infatti, suggerire dei percorsi nel Belpaese, basandosi sulle avventure di 007. Ma l’Italia è anche un crogiuolo di appassionati di James Bond e di personaggi interessanti legati al suo mito che non vengono dimenticati in questa pratica miniguida da portarsi in giro: una serie di suggerimenti per impreziosire, senza prendersi troppo sul serio, i percorsi di gita da Venezia a Cortina d’Ampezzo, dal Lago di Garda a Mantova, da Roma a Milano, dal Lago di Como a Siena per terminare in Sardegna.

a cura di Marco Donna

per saperne di più…
http://www.marcodonna.it/dall-italia-con-amore.html

 

Pubblicato il giovedì 9 febbraio 2012 - 11:24
 
Lascia un commento | 9.02.2012

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>