Bruno_cover

Bruno il bambino che imparò a volare

Questo prezioso libro viaggia in parallelo con un dolce e struggente racconto di Nadia Terranova su Bruno, un bambino speciale e normale, figlio e padre egli stesso del padre Jacob e con le splendide tavole di Ofra Amit che ne cesellano un altro, un vero e proprio secondo racconto per immagini.
Bruno Schulz da bambino insegue il padre,  lo ammira,  lo protegge,  lo difende,  lo ricorda soprattutto quando rimarrà solo, trasformando le sue infinite metamorfosi in ricordo e arte, in memoria artistica.
Il treno è la sua fantasia, si corre e si matura verso l’infanzia, insieme a Bruno. Non lenendo nessun dolore, neanche i più atroci della vita e della storia. La tragedia è di chi non sa e di chi sapendo cerca, anche in buona fede, di dimenticare. Adatto ai bambini e ai ragazzi, lo consiglio solo agli adulti che non si credono già salvi perché ormai grandi.

recensione a cura di Michele Giordano

per saperne di più…

http://www.orecchioacerbo.com/editore/index.php?option=com_oa&vista=catalogo&id=256

 

Pubblicato il martedì 28 febbraio 2012 - 13:15
 
Commenti (2) | 28.02.2012

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>