fosso

Le lacrime dell’Angelo oscuro

In un luogo senza tempo, l’ Angelo prediletto si ribella a Dio, diventando il suo oscuro opposto. Da quel momento, la terra diviene il confine tra Paradiso e Inferno, dove si svolge lo scontro tra bene e male, coinvolgendo l’inconsapevole genere umano. Un archeologo riporta alla luce una ampolla molto antica, il suo contenuto è  un liquido simile ad un inchiostro. Omicidi e furti lo costringeranno a tornare negli Stati Uniti, in una New Orleans inusuale, dove la sua vita cambierà radicalmente. Un detective che investiga su un fatto di cronaca, si troverà di fronte ad un assassinio in un Tatoo store. L’indagine lo porterà ad incontrare l’archeologo e da questo punto crescerà un’inquietante realtà: l’esistenza di una  cospirazione dalle radici insidiose che si perdono nei secoli. Le trame di importanti personaggi, determineranno strategie di ogni tipo, pur di portare al termine la loro missione, permettere al loro Signore di compiere la sua vendetta, nei confronti del Dio che gli ha tolto ogni privilegio.

Marco Fosso, nato a Milano nel ’53, vive a Segrate.
Nel 2010 ha presentato il suo primo romanzo: ” Jaques de Molay, il cavaliere di Dio” edito da Feltrinelli e Lulu.com, sia in lingua italiana che in lingua inglese. Amante dei misteri e della storia, si dedica alla ricerca di fatti enigmatici, dai quali scaturiscono le idee per i suoi romanzi.  In questo modo racconta i fatti che si conoscono, romanzandoli, con la possibilità che la verità sia leggermente diversa e contaminata da poteri occulti che hanno interesse a confondere e a mantenere l’umanità sotto un continuo stress emotivo.

Nell’ultimo romanzo e stato aiutato dall’amico con il quale ha praticato per anni, un’ antica arte marziale di Okinawa.

Antonio Policrisi, nato a Buenos Aires nel ’59, vive a Phoenix in Arizona ed è l’ideatore di questa storia.  Ha collaborato con Marco impegnandosi nella realizzazione del libro. Sesto Dan di Karate è un fedele allievo del maestro Oscar Higa.

Pubblicato il martedì 6 dicembre 2011 - 10:12
 
Commenti (2) | 6.12.2011

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>