cent

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

“Quelli che dicono soltanto la verità non sono degni di essere ascoltati”…
Può il lettore immedesimarsi nel personaggio principale, se questo è un centenario e, per di più , svedese? E’ quello che mi sono chiesta guardando la copertina, poco invitante, del libro di un autore a me sconosciuto. Eppure mi attirava quel “…saltò dalla finestra e scomparve”.

Allan Emmanuel Karlsson , nato il 2 maggio 1905,attraversa un secolo di storia e gran parte del mondo, fino al 2 maggio 2005, giorno del suo centesimo compleanno, quando decide di scappare dalla casa di riposo con addosso le pantofole e poco altro. Con questa iniziativa, incominciano una serie di avventure, fantasiose e poco credibili, che ci intrappolano in un alternarsi di passato e presente della vita di Allan.

Si uniscono a lui personaggi che hanno fatto la storia del ventesimo secolo e ci trascinano in un piacevole e divertente ripasso. Si va dalla Russia zarista, alla Spagna di Franco; dalla seconda guerra mondiale, all’invenzione della bomba atomica. Dal presidente Truman al presidente Nixon. Il tutto come un lieve “Forrest Gump” al contempo colpevole e innocente. Impossibile raccontare tutte le sue avventure passate o quelle recenti in compagnia di personaggi non proprio “corretti”, a loro volta in fuga, compresa Sonya, un elefante!

E’ un libro divertente, che cattura il lettore, e ci illumina sulla personalità di chi siamo soliti definire ” vecchietti”.

recensione a cura di Giuseppina Cinetto

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve
Jonasson Jonas
Bompiani
euro 15,21


Pubblicato il mercoledì 23 novembre 2011 - 18:00
 
Lascia un commento | 23.11.2011

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>