guy

Guy de Maupassant, “La casa Tellier e altri racconti”. Racconti d’autore

Due racconti ci mostrano il mondo contadino della Normandia di fine Ottocento. Il terzo, pur nella sua brevità, è un dirompente “manifesto” contro l’assurda crudeltà e inutilità della guerra. Casa Tellier è una casa di appuntamenti. Non è di quelle ricche e signorili case della grande metropoli, ma dignitosa. È, come lo erano molte case di appuntamenti, un luogo di ritrovo di una certa importanza per molti cittadini.

Un giorno i clienti abituali la trovano chiusa, e Maupassant rende molto bene la situazione di disagio, quasi di caos, di anomalia che si viene a creare in città. La chiusura è giustificata: la nipote della signora Tellier deve prendere la comunione. Il viaggio in treno verso la campagna è molto divertente; il mondo contadino e i rapporti famigliari sono di grande tenerezza e serenità; ciò che accade durante la cerimonia è grandioso; le prostitute di M.me Tellier e i contadini che le accolgono per la festa sono personaggi di una grandezza morale invidiabile. Il ritorno in città e la riapertura della casa riporta, infine, la normalità in città. Splendido!

“Storia di una ragazza di campagna” sembra il classico racconto sulle sventure di una contadinotta bella e operosa, di un mondo contadino retrogrado e mentalmente chiuso, con i soliti luoghi comuni sul fatto che se una coppia non ha figli la colpa è sempre della donna. Ma anche in questo caso Maupassant stravolge tutto e mostra un contadino che darebbe lezioni di superiorità morale e apertura mentale a molti mariti “progrediti” delle città di oggi.

Infine “Due amici” è la storia di due parigini che fanno amicizia per la comune passione della pesca. Passione che gli sarà fatale se perseguita durante la guerra franco-tedesca di fine secolo.

a cura di Massimo Manganaro

Pubblicato il lunedì 28 novembre 2011 - 09:35
 
Lascia un commento | 28.11.2011

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*



*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>